Sinergia e diversificazione
Data di aggiornamento: 31/10/2017
HI Core UCITS Fund ha registrato nel mese di ottobre una performance pari a +0,08%. Da inizio anno, il fondo è positivo del 4,78%.
 
Il principale contributo positivo del mese è venuto dai fondi long/short equity, che hanno apportato complessivamente +33bps a fronte di un peso del 46%. La maggior parte dei fondi all’interno della strategia ha registrato performance positive nel mese, favorita come in settembre da un ambiente caratterizzato da bassa volatilità e da una maggiore attenzione degli operatori di mercato ai fondamentali dei singoli emittenti. Il migliore risultato è stato ottenuto dal nostro gestore specializzato sui mercati africani, che ha tratto vantaggio da un eccellente stock picking con contributo positivo sia dalle posizioni rialziste sulle banche nigeriane e sul comparto minerario che dalle posizioni ribassiste in Sudafrica. Si sono comportati bene in ottobre anche il gestore che opera con portafoglio concentrato e flessibile sul mercato europeo e i fondi specializzati su Giappone e Cina, che hanno beneficiato di un contesto operativo molto favorevole sui mercati di riferimento. Il peggiore contributo alla performance del mese è nuovamente dipeso dal fondo globale con approccio value e contrarian, che continua a soffrire a causa di un posizionamento ribassista sul mercato americano.
 
La strategia event driven ha apportato +12bps alla performance mensile del prodotto, grazie al fondo specializzato sui mercati asiatici che ha continuato a produrre valore principalmente dal portafoglio di equity special situations in Giappone. Negativo invece il contributo del fondo che opera con approccio value con catalyst sulle aziende a piccola capitalizzazione, penalizzato da alcune specifiche posizioni in particolare nel settore tecnologico.
 
Performance sostanzialmente neutrale in ottobre per la strategia macro. L’ottimo risultato del gestore specializzato sulle risorse naturali, favorito dal rialzo dei prezzi del petrolio, è stato controbilanciato dal mese difficile per il fondo che opera sulle valute e sulle curve dei tassi a livello globale, penalizzato dall’esposizione rialzista ai bond governativi messicani e dal lungo valute scandinave rispetto all’euro.
 
Contributo di -7bps nel mese dalle strategie relative value. Il fondo che opera con mandato ribassista sui mercati del reddito fisso ha affrontato un mese molto complicato a causa del movimento al ribasso delle curva dei tassi in Europa, innescato dall’atteggiamento più accomodante del previsto adottato dalla BCE nel corso del meeting di ottobre.
 
La componente tattica del portafoglio ha riportato un contributo neutrale. Il buon risultato derivante dall’esposizione rialzista al settore energetico è stata quasi interamente compensata dal posizionamento per un rialzo della parte a lunga delle curve dei tassi in Europa e dall’esposizione alle obbligazioni dei Paesi Emergenti in valuta locale attraverso un fondo dedicato.