Sinergia e diversificazione
Data di aggiornamento: 31/10/2017
Performance: Il rendimento del fondo in ottobre è stato di +0,67%. Il migliore contributo è stato generato dalla posizione azionaria lunga in BMPS, che è stata il tema principale nel mese. Hanno performato bene anche le posizioni corporate su Fiat Chrysler e Rite Aid. Alla riammissione alla quotazione di BPMS il 25 ottobre, dopo 10 mesi di sospensione, i volumi scambiati sono stati elevati e con un iniziale forte rialzo del prezzo: da EUR 4,1 all’apertura ad un consolidamento a circa EUR 4,7. Guardando ai fondamentali attuali, BMPS sta trattando in linea con le altre banche regionali italiane, ma noi riteniamo che meriti multipli migliori: l’annuncio della vendita degli NPL la pone infatti almeno 2 anni avanti rispetto ai concorrenti nell’obiettivo di risanamento dei bilanci. Anche l’aspetto tecnico è interessante: il Governo rimane di gran lunga il maggiore azionista ed il resto del flottante è per lo più detenuto da azionisti chiave. Questa composizione dell’azionariato, unita ad altri forti fattori tecnici, garantisce un notevole potenziale di performance se dovessero aggiungersi un altro paio di investitori strategici. Lo scenario macro è forse però l’aspetto più importante, dato il livello di indebitamento della banca e la sua importanza per l’economia italiana. I dati di crescita in Italia continuano a migliorare e, in aggiunta, il Senato ha appena approvato una legge elettorale che dovrebbe contribuire alla stabilità politica e al restringimento degli spread. Vedremo volatilità, ma pensiamo che la banca stia entrando in un trend positivo e potrebbe anche essere coinvolta nel processo di consolidamento bancario europeo. Guardando al resto del book, abbiamo guadagnato sull’esposizione in corporate, soprattutto grazie alla posizione lunga in Fiat Chrysler: dopo il notevole rally dell’azione, il credito si è infatti ristretto molto e ci aspettiamo che continui a farlo, grazie al processo di riduzione dell’indebitamento in corso. Anche la posizione corta in Rite Aid ha guadagnato: la delusione sugli utili di settembre dimostra che la vendita del 40% delle farmacie a Walgreens non ha risolto i problemi aziendali. Ci attendiamo di trarre beneficio dall’ulteriore peggioramento finanziario della società.
 
Outlook: Alla fine la BCE ha deciso di iniziare l’uscita dal QE e i mercati dovranno prendere atto del fatto che sarà l’ultimo in Europa per un lungo tempo. Il QE è sempre stato visto come l’unico strumento possibile per tenere unita l’Europa nella crisi. Ora però l’Europa ha a disposizione diversi potenti meccanismi regolamentari, sotto il diretto controllo dei governi. E’ ora arrivato il momento per i Governi di agire, la BCE ha fatto la sua parte. Inizialmente questo porterà a politiche fiscali più accomodanti e ad alcuni programmi di spesa più aggressivi. Nel medio termine, però, vi sarà poca tolleranza per i governi dissoluti.  Ci stiamo dunque avvicinando al momento ottimale per un posizionamento ribassista sui mercati del tasso fisso, soprattutto Bund e le sue proxy. La vulnerabilità delle valutazioni attuali dei titoli governativi è senza precedenti e siamo distanti solo pochi trimestri, se non mesi, dal violento riprezzamento che ci attendiamo. I titoli finanziari e bancari sono quelli che hanno maggior valore. Le obbligazioni bancarie appaiono relativamente convenienti sia rispetto all’obbligazionario investment grade che agli high yield; ci aspettiamo che questo trade possa trarre inoltre beneficio dalla continua pressione dei regulator per un rafforzamento dei bilanci bancari. Ci saranno numerose opportunità di investimento in questo settore grazie alla complessità delle banche e al processo di consolidamento in corso. Abbiamo aggiunto al nostro team delle risorse dedicate al settore corporate. Abbiamo poi destinato più tempo alla valutazione dei possibili impatti della nuova ondata di innovazione tecnologica sulle società levereggiate con posizione consolidata e sui settori tradizionali, che caratterizzano la maggior parte delle obbligazioni corporate in circolazione. Ci attendiamo che emergeranno molti perdenti e pochi vincitori e questo fornirà interessanti opportunità per aprire posizioni corte.